--- BLOG IN ALLESTIMENTO ---
Benvenuti in questo spazio in cui sto raccogliendo la mia collezione di libri
▶ Questo blog è facilmente raggiungibile anche da www.lastanzadiantonio.com
"Un bel libro, Marcus, non si valuta solo per le sue ultime parole, bensì sull'effetto cumulativo di tutte le parole che le hanno precedute. All'incirca mezzo secondo dopo aver finito il tuo libro, dopo averne letto l'ultima parola, il lettore deve sentirsi pervaso da un'emozione potente; per un istante, deve pensare soltanto a tutte le cose che ha appena letto, riguardare la copertina e sorridere con una punta di tristezza, perché sente che quei personaggi gli mancheranno. Un bel libro, Marcus, è un libro che dispiace aver finito". [Joël Dicker in "La verità sul caso Harry Quebert"]

venerdì 21 giugno 2024

Stephen King: La canzone di Susannah

Stephen King: La canzone di Susannah. La Torre Nera, vol. 6

Titolo originale: Song of Susannah
Formato: ePub (750.8 KB)
Pagine: 420
Editore: Sperling & Kupfer (12 maggio 2015)
ASIN: B00XDI0SSU

Data di acquisto: 15 ottobre 2015
Letto dal 12 al 21 giugno 2024

Sinossi
La fine della Torre Nera è sempre più vicina. Solo due Vettori sono rimasti a sorreggerla e, quando crolleranno, il perno dell'universo salterà e la realtà sarà sommersa dalle tenebre. Roland, l'ultimo cavaliere, e la sua banda combattono valorosamente l'avanzata del male, ma ora il gruppo non è più compatto. Il demone-femmina che si è impadronito del corpo di Susannah ha usato la sfera del buio per trasportarsi dal Medio-Mondo alla New York del 1999: proprio qui dovrà partorire la creatura concepita per distruggere la Torre. Sulle sue tracce si precipitano il piccolo Jake, Oy e Père Callahan. Nel frattempo Eddie e Roland "riappaiono" nel Maine, anno 1977. E se non ci sono parole per descrivere l'angoscia e lo stupore di Susannah quando apprende chi è il vero padre del nascituro, che dire dello choc dei due pistoleri quando si apre la porta di una casa e sulla soglia c'è nientemeno che...

L'incipit del libro
Prima stanza - Vettoremoto.
«Quanto durerà la magia»?
Nessuno rispose alla domanda di Roland. Così la pose di nuovo, questa volta volgendo lo sguardo in fondo al soggiorno della canonica, dove Henchick dei Manni sedeva con Cantab, che aveva sposato una delle sue numerose nipoti. I due uomini si tenevano per mano, secondo l'usanza della loro comunità. Quel giorno il vecchio aveva perso una nipote, ma se provava cordoglio, nella compostezza del suo volto di pietra non lo si leggeva.

La mia (brevissima) recensione
"Tutto a un tratto si sentiva stranamente irreale a se stesso, un'ombra attraverso la quale si riusciva quasi a vedere, sottile come... be', sottile come una pagina di libro. Non aiutava rendersi conto che quel mondo, situato nell'estate del 1977 sull'asse del tempo, sembrava molto più reale di tutti gli altri dove e quando, compreso il suo".
Sesto (e penultimo) volume della serie della Torre Nera. E forse proprio il suo essere un'opera di transizione verso il capitolo finale della storia, ne fa un libro dalla trama molto spezzettata (Roland si ritrova nel Maine del 1977; Susannah, prossima al parto, nella New York di fine millennio). A tratti logorroica... colpa anche (o soprattutto?) delle frequenti e lunghe riflessioni mentali dei protagonisti. L'unica nota positiva, a mio giudizio, è data dal fatto che, tra i tanti nuovi personaggi che incontriamo durante lo scorrere della storia (ma sarebbe più giusto dire "delle storie"), faremo anche la conoscenza di un giovanissimo Stephen King, qui ancora all'inizio della sua carriera di scrittore.
📌 Voto: ⭐⭐ (2 su 5)

domenica 16 giugno 2024

La classifica dei libri più venduti


Dati relativi alla settimana da lunedì 3 a domenica 9 giugno 2024 (Fonte: La Lettura - Corriere della Sera del 16 giugno 2024):

1. Gianluca Gotto - Quando inizia la felicità
2. Zerocalcare - Quando muori resta a me
3. Selvaggia Lucarelli - Il vaso di Pandoro
4. Joël Dicker - Un animale selvaggio
5. Pera Toons - Che spasso!
6. Lauren Roberts - Powerless. Potere e inganno
7. Maurizio de Giovanni - Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
8. Angela Marsons - La mossa dell'assassino
9. Ana Huang - King of Wrath
10. Eshkol Nevo - Legami

[precedente classificaprecedente classifica]

giovedì 13 giugno 2024

Ecco il numero estivo della rivista "Il Libraio" in anteprima


Scarica gratuitamente il nuovo numero della rivista Il Libraio (in pdf ed epub)

Nel dubbio segui il tuo cuore
di Stefano Mauri

L'anno scorso abbiamo assistito a un esordio fulminante, quello di Francesca Giannone con La portalettere, pubblicato da Nord: è piaciuto così tanto da avere già raggiunto le 400mila copie vendute. È leggendo il suo nuovo romanzo, Domani, domani, che si ha la conferma di una capacità rara, quella di delineare le sorti di una famiglia con una precisa definizione dei personaggi i cui caratteri, ognuno con un profilo diversissimo, di fatto muovono la storia.
E con la storia evolvono i sentimenti, i rancori, le dinamiche famigliari, le pene e le gioie della vita. Vedremo chi ha un destino migliore, tra chi segue un'ambizione e chi nel dubbio segue cuore e istinto. Deliziosa l'ambientazione negli anni '60, con le sue musiche, le sue automobili, le sue ingenuità e la certezza di andare verso un futuro migliore per l'umanità. Un futuro che in gran parte ci ha deluso, anche se qualcosa di allora impensabile oggi accade: ho letto che a capo del più potente corpo militare del mondo, la Marina degli Stati Uniti, c'è una donna italoamericana: Lisa Franchetti. Ne prendano atto i generali scrittori improvvisati.
A proposito: complimenti ad Annalena Benini, prima direttrice donna, per il Salone del libro di Torino di maggior successo di sempre e a Erin Doom, che ha gestito come una consumata conduttrice gli incontri delle scrittrici di romance con centinaia di lettrici e lettori.
Un'altra saga famigliare viene proposta da Garzanti, con La primogenita di Sonia Milan, un romanzo che segue le vicende di una famiglia lungo oltre un secolo di storia attraverso la vita delle primogenite. Nord propone anche un romanzo coreano sulla gentilezza, Una piccola lavanderia a Yeonnam, di Kim Jiyun, nel quale un non luogo diventa invece il cuore di un quartiere grazie a un misterioso taccuino verde.
Cambiando genere, per chi ama le emozioni forti e le sfide alla ragione un grande evento è Eruption, l'avvincente thriller di Michael Crichton che James Patterson ha completato con la sua straordinaria maestria nel dipingere l'azione. Sembrano destinati a sempre maggior successo con Longanesi i gialli di Robert Gold, che sfidano il lettore a scoprire gli enigmi, come accade in Dieci secondi. E anche Il successore, il ritorno di Mikkel Birkegaard dopo tanti anni, è all'insegna di questo genere. Anche Guanda prosegue nel proporci i suoi eleganti noir, con Nessun perdono di Elisabetta Flumeri & Gabriella Giacometti e, sempre in questo genere, ricordiamo anche 1580: morte a Siviglia di Susana Martín Gijón, una scrittrice di noir storici di grande successo pubblicata da Ponte alle Grazie.
L'estate e le vacanze sono l'occasione ideale per darsi a quelle letture che si sono lasciate indietro durante l'anno. Ecco perché, come di consueto, al centro della rivista riproponiamo i libri che sono stati più apprezzati dai lettori nei mesi recenti. Tra tutti, se ve li siete persi, Carrisi, Gazzola, Giannone, Mancuso, Kingsley e le giovani scrittrici di successo di Magazzini Salani. Ancora vendutissimi poi, se non lo avete ancora fatto sono assolutamente da leggere, due best seller straordinari: I Leoni di Sicilia di Stefania Auci e Finché il caffè è caldo di Toshikazu Kawaguchi.
Buona estate, col cuore.

mercoledì 12 giugno 2024

Ken Follett: Fu sera e fu mattina

Ken Follett: Fu sera e fu mattina. Serie di Kingsbridge, vol. 4 (prequel)

Titolo originale: The Evening and the Morning
Formato: copertina rigida
Pagine: 792
Editore: Mondadori (15 settembre 2020)
ISBN-13: 9788804722120

Data di acquisto: 10 settembre 2020
Letto dal 31 maggio al 12 giugno 2024

Sinossi
Il prequel de I pilastri della terra. 17 giugno 997. Non è ancora l'alba quando a Combe, sulla costa sudoccidentale dell'Inghilterra, il giovane costruttore di barche Edgar si prepara con trepidazione a fuggire di nascosto con la donna che ama. Ma i suoi piani vengono spazzati via in un attimo da una feroce incursione dei vichinghi, che mettono a ferro e fuoco la sua cittadina, distruggendo ogni cosa e uccidendo chiunque capiti loro a tiro. Edgar sarà costretto a partire con la sua famiglia per ricominciare tutto da capo nel piccolo e desolato villaggio di Dreng's Ferry. Dall'altra parte della Manica, in terra normanna, la giovane contessa Ragna, indipendente e fiera, si innamora perdutamente del nobile inglese Wilwulf e decide impulsivamente di sposarlo e seguirlo nella sua terra, contro il parere di suo padre, il conte Hubert di Cherbourg. Si accorgerà presto che lo stile di vita al quale era abituata in Normandia è ben diverso da quello degli inglesi, la cui società arretrata vive sotto continue minacce di violenza e dove Ragna si ritroverà al centro di una brutale lotta per il potere. In questo contesto, il sogno di Aldred, un monaco colto e idealista, di trasformare la sua umile abbazia in un centro di erudizione e insegnamento entra in aperto conflitto con le mire di Wynstan, un vescovo abile e spietato pronto a tutto pur di aumentare le sue ricchezze e il suo potere. Le vite di questi quattro personaggi si intersecano, in un succedersi di continui colpi di scena, negli anni più bui e turbolenti del Medioevo che termina dove I pilastri della terra hanno inizio.

L'incipit del libro
Giovedì 17 giugno 997. Edgar si rese conto che era difficile restare svegli tutta la notte, persino in quella più importante della tua vita.
Aveva steso il mantello sulle canne che coprivano il pavimento e vi si era sdraiato sopra, con indosso la tunica di lana marrone lunga fino alle ginocchia che era tutto ciò che portava d'estate, giorno e notte. In inverno si avvolgeva nel mantello e si metteva accanto al fuoco. Ora, però, la temperatura era mite: mancava una settimana al giorno di mezza estate, in cui si ricordava san Giovanni Battista.

La mia (brevissima) recensione
"Un uomo ignorante pensa che gli stranieri siano stupidi e non si rende conto che anche lui farebbe la figura dello stupido se andasse in un altro paese".
Romanzo bellissimo e coinvolgente; e non esagero se dico che è il mio preferito di tutta la saga di Kingsbridge, meglio perfino de I pilastri della terra. Ci catapulta in un viaggio nell'anno Mille; infatti, essendo un prequel del libro appena citato, spazia in un arco di tempo che va da giugno 997 a gennaio 1007.
Spettacolari, e molto interessanti, le descrizioni degli usi e costumi dell'epoca medievale, soprattutto per quanto riguarda i popoli normanni (nord della Francia) ed inglesi.
📌 Voto: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5 su 5)

domenica 9 giugno 2024

La classifica dei libri più venduti


Dati relativi alla settimana da lunedì 27 maggio a domenica 2 giugno 2024 (Fonte: La Lettura - Corriere della Sera del 9 giugno 2024):

1. Alberto Ferrarini - Numerologia antica
2. Stefania S. - Badlands. Incantevole tentazione
3. Lauren Roberts - Powerless. Potere e inganno
4. Zerocalcare - Quando muori resta a me
5. Selvaggia Lucarelli - Il vaso di Pandoro
6. Angela Marsons - La mossa dell'assassino
7. Joël Dicker - Un animale selvaggio
8. Pera Toons - Che spasso!
9. Fabiola Di Sotto - Cucina vegetale da paura
10. Maurizio de Giovanni - Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone

domenica 2 giugno 2024

Libri (e fumetti) letti a maggio 2024… e quelli da leggere a giugno!

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a maggio:
10: Zagor, albo n. 757 (706 di maggio 2024) - Verso un oscuro destino
14: Giorgio Faletti - Io sono Dio
17: Julia, albo n. 296 (maggio 2023) - Il bersaglio
20: Julia, albo n. 303 (dicembre 2023) - Se son rose, sfioriranno

Ed i libri in lettura per giugno (ma non necessariamente in quest'ordine… e non è neanche detto che siano questi):
Ken Follett - Fu sera e fu mattina [già in lettura]
Stephen King - La canzone di Susannah. La Torre nera, vol. 6
Christian Jacq - L'inferno del giudice. Il romanzo di Kheops, vol. 1
JK Rowling - Animali fantastici 3. I segreti di Silente. Screenplay originale

La classifica dei libri più venduti


Dati relativi alla settimana da lunedì 20 a domenica 26 maggio 2024 (Fonte: La Lettura - Corriere della Sera del 2 giugno 2024):

1. Zerocalcare - Quando muori resta a me
2. Selvaggia Lucarelli - Il vaso di Pandoro
3. Stephen King - You like it darker. Salto nel buio
4. Maurizio de Giovanni - Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
5. Pera Toons - Che spasso!
6. Joël Dicker - Un animale selvaggio
7. Corrado Augias - La vita s'impara
8. Felicia Kingsley - Bugiarde si diventa. Ed. limitata
9. Gad Lerner - Gaza
10. Federico Rampini - Il nuovo impero arabo

venerdì 31 maggio 2024

Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo

Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo. Il romanzo di Mussolini, vol. 1

Formato: ePub (1 MB)
Pagine: 841
Editore: Bompiani (12 settembre 2018)
ASIN: B07GZP2458

Data di acquisto: 19 maggio 2024
Letto dal 19 al 31 maggio 2024

Sinossi
La saggistica ha dissezionato ogni aspetto della sua vita, nessuno però aveva mai trattato la parabola di Mussolini e del fascismo come se si trattasse di un romanzo. Un romanzo - e questo è il punto cruciale - in cui d'inventato non c'è nulla.
Lui è come una bestia: sente il tempo che viene. Lo fiuta. E quel che fiuta è un'Italia sfinita, stanca della casta politica, della democrazia in agonia, dei moderati inetti e complici. Allora lui si mette a capo degli irregolari, dei delinquenti, degli incendiari e anche dei "puri", i più fessi e i più feroci.
Lui in un rapporto di Pubblica Sicurezza del 1919 è descritto come "intelligente, di forte costituzione, benché sifilitico, sensuale, emotivo, audace, facile alle pronte simpatie e antipatie, ambiziosissimo, al fondo sentimentale".
Lui è Benito Mussolini, ex leader socialista cacciato dal partito, agitatore politico indefesso, direttore di un piccolo giornale di opposizione. Sarebbe un personaggio da romanzo se non fosse l'uomo che più d'ogni altro ha marchiato a sangue il corpo dell'Italia.
Non è inventato nulla del dramma di cui qui si compie il primo atto fatale, tra il 1919 e il 1925: nulla di ciò che Mussolini dice o pensa, nulla dei protagonisti (D'Annunzio, Margherita Sarfatti, un Matteotti stupefacente per il coraggio come per le ossessioni che lo divorano) né della pletora di squadristi, Arditi, socialisti, anarchici che sembrerebbero partoriti da uno sceneggiatore in stato di sovreccitazione creativa.
Il risultato è un romanzo documentario impressionante non soltanto per la sterminata quantità di fonti a cui l'autore attinge, ma soprattutto per l'effetto che produce. Fatti dei quali credevamo di sapere tutto, una volta illuminati dal talento del romanziere, producono una storia che suona inaudita e un'opera senza precedenti nella letteratura italiana.

L'incipit del libro
Fondazione dei Fasci di combattimento
Milano, piazza San Sepolcro, 23 marzo 1919
Affacciamo sulla piazza del Santo Sepolcro. Cento persone scarse, tutti uomini che non contano niente. Siamo pochi e siamo morti.
Aspettano che io parli ma io non ho nulla da dire.
La scena è vuota, alluvionata da undici milioni di cadaveri, una marea di corpi - ridotti a poltiglia, liquefatti - montata dalle trincee del Carso, dell'Ortigara, dell'Isonzo. I nostri eroi sono già stati uccisi o lo saranno. Li amiamo fino all'ultimo, senza distinzioni. Sediamo sul mucchio sacro dei morti.
Il realismo che segue ogni alluvione mi ha aperto gli occhi: l'Europa è oramai un palcoscenico senza personaggi. Tutti spariti: gli uomini con la barba, i padri monumentali melodrammatici, i magnanimi liberali piagnucolosi, gli oratori magniloquenti, colti e fioriti, i moderati e il loro buon senso, cui da sempre dobbiamo la nostra sciagura, i politici decotti che vivono nel panico del crollo imminente, elemosinando ogni giorno una proroga all'inevitabile evento. Per tutti loro la campana è suonata. Gli uomini vecchi saranno travolti da questa massa enorme, cinque milioni di combattenti premono ai confini territoriali, cinque milioni di ritornanti. Bisogna mettersi al passo, passo serrato. La previsione non cambia, farà brutto ancora. All'ordine del giorno è ancora la guerra. Il mondo va verso due grandi partiti: quelli che ci sono stati e quelli che non ci sono stati.

La mia recensione
"L'ora dell'Italia non è ancora suonata ma deve fatalmente venire. Nell'ordine interno l'Italia deve prima conquistare se stessa. Ecco il compito del fascismo".
Libro a metà strada tra un documento storico, un saggio ed romanzo in presa diretta (anche se in alcuni punti risulta essere un po' prolisso). Non posso dire che mi abbia esaltato, ma non posso nemmeno dire che non mi sia piaciuto.
Si tratta, lo avrete certamente capito, di un interessante lavoro per conoscere anche, e soprattutto, il contesto storico per capire (sempre se ciò sia possibile) le radici del fascismo.
Ogni capitolo è aperto citando ed esibendo documenti dell'epoca (di prefetture, di articoli pubblicati, di decreti ufficiali, di lettere private, ecc.); solo successivamente la narrazione di Scurati li mette insieme. E da questi particolari, quindi, avrete intuito che M. Il figlio del secolo non è proprio una lettura leggera.
Un testo molto utile ed interessante... che ci aiuta a comprendere i meccanismi della nascita di un populista, gli appoggi, gli interessi della società civile (di allora e di oggi); perché non siamo così lontani da non vedere che tali sistemi vengono usati ancora oggi. E, forse, è anche per questo che Antonio Scurati è scomodo e non piace ad una certa parte politica: è incontestabile!
📌 Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 su 5)

domenica 26 maggio 2024

La classifica dei libri più venduti


Dati relativi alla settimana da lunedì 13 a domenica 19 maggio 2024 (Fonte: La Lettura - Corriere della Sera del 26 maggio 2024):

1. Selvaggia Lucarelli - Il vaso di Pandoro
2. Zerocalcare - Quando muori resta a me
3. Maurizio de Giovanni - Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
4. Corrado Augias - La vita s'impara
5. Joël Dicker - Un animale selvaggio
6. Pera Toons - Che spasso!
7. Michela Murgia - Ricordatemi come vi pare
8. Ferzan Özpetek - Cuore nascosto
9. Alicia Giménez Bartlett - La donna che fugge
10. Stefania Andreoli - Io, te, l'amore

lunedì 20 maggio 2024

La classifica dei libri più venduti


Dati relativi alla settimana da lunedì 6 a domenica 12 maggio 2024 (Fonte: La Lettura - Corriere della Sera del 19 maggio 2024):

1. Zerocalcare - Quando muori resta a me
2. Stefania Andreoli - Io, te, l'amore
3. Maurizio de Giovanni - Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
4. Corrado Augias - La vita s'impara
5. Michela Murgia - Ricordatemi come vi pare
6. Rokia - Guilty
7. Joël Dicker - Un animale selvaggio
8. Alicia Giménez Bartlett - La donna che fugge
9. Pera Toons - Che spasso!
10. Ferzan Özpetek - Cuore nascosto